Il Bizzarro Blog Di Gianfro (e dei suoi amici di merende)

Il Bizzarro Blog Di Gianfro (e dei suoi amici di merende)

giovedì 29 gennaio 2015

Top Anime 2014

Ordunque, Popolo della Rete, eccoci qui giunti all'ultima delle Top di questo 2014 ormai conclusosi. Siccome questo 2014 è stato molto, molto carente nelle letture, ho deciso di buttarmi in tutti quegli Anime che non ho mai avuto il tempo di guardare. Quindi ecco a voi la Top 10 (ASSOLUTAMENTE PERSONALE CHE NON INTENDE ESSERE UN METRO DI PARAGONE A LIVELLO TECNICO, SIA MAI CHE CI SIA UN PRECISINO DELLA FUNGIA CHE LEGGE)degli Anime che più mi hanno divertito e appassionato in questo 2014.



10-SHIN GETTER ROBOT

Ovvero Gurren Lagann prima di Gurren Lagann. Shin Getter Robot è forse una delle migliori saghe Robotiche con protagonisti i mitici Mecha dell'immortale Go Nagai. Questa serie è una continua escalation di emozioni, scontri generazionali, combattimenti che porterà a un immenso finale di proporzioni Galattiche. Se volete capire da cosa ha preso a mani basse l'ultimo Capolavoro della Gainax, la visione è quasi obbligatoria.

 CLASSIFICA ASSOLUTAMENTE PERSONALE

9-DARKER THAN BLACK (I e II)

Lo studio Bones difficilmente mi delude, e la serie Darker Than Black si dimostra essere una delle mie preferite tra le proprietà di questo studio di Animazione. In molti lo hanno criticato per un ritmo dannatamente lento, per uno sviluppo degli episodi auto-conclusivo che non portavano mai niente di interessante all'intreccio narrativo principale, e per uno sviluppo delle "Ricompense" dei contraenti poco audace e folle. Nonostante queste pecche, che ci sono, non ho potuto non apprezzare il character design semplice e accattivante, l'atmosfera molto "Noir" che permeava ogni episodio, attraverso anche una scelta delle luci e dei colori meravigliosa, e i protagonisti di queste due stagioni, Hei e Shion, caratterizzati ottimamente. La seconda serie, Ryusei no Gemini, è un gradino sopra la prima per un ritmo un po' più serrato e per un migliore sviluppo psicologico dei personaggi. Darker Than Black, in conclusione, si è dimostrata una piacevole visione che mi ha accompagnato nel 2014.


CLASSIFICA ASSOLUTAMENTE PERSONALE

8-PSYCHO PASS

Un'Anime veramente, ma veramente destabilizzante. Psycho Pass è una ventata d'aria fresca che pesa sullo stomaco in una maniera allucinante. Questo Poliziesco futuristico è riuscito a tenermi attaccato alla TV come poche cose. Ottimo sviluppo dei personaggi, ottima narrazione, Location Cyberpunk riprodotta alla perfezione, un Cattivo affascinante, un protagonista affascinante, momenti dannatamente creepy. Insomma, un altro ottimo prodotto di Production I.G. Che dire di più gente? Andate a vederlo, che lo trovate anche su Internet (In vie assolutamente legali) su VVVVVID (Ho fatto pure la marchettata).


CLASSIFICA ASSOLUTAMENTE PERSONALE

7-STEINS;GATE

Altro Anime assolutamente avvincente e assolutamente fuori di testa. Steins; Gate è forse una delle opere più belle che si siano create sui viaggi nel tempo. Personaggi uno più bello dell'altro, un protagonista completamente fuori di testa e dannatamente divertente, ottima atmosfera, in poche parole OTTIMO. L'unico difetto, non suo ma del palinsesto Televisivo, è che per poterlo vedere su Rai4 dovevo stare sveglio fino all'Una e mezza di notte. Complimenti vivissimi.


CLASSIFICA ASSOLUTAMENTE PERSONALE

6-LUPIN 3° -LA DONNA CHIAMATA FUJIKO MINE-

E' qualcosa di magico, di magnifico. Una serie di Lupin the 3rd del genere non l'avevo mai vista. Fujiko, oggetto del desiderio del ladro più famoso del Mondo diventa indiscussa protagonista in quello che è un'omaggio dalle atmosfere Noir del capolavoro immortale di Monkey Punch. Ci sono tutti, Lupin, Zazà, Jigen, Goemon, e tutti sono indirizzati, come un vettore, verso la donna inafferrabile. Narrazione incredibile, Character Design sporco per rimandare al tratto dell'Autore, sviluppo psicologico dei personaggi assolutamente magistrale. Questa serie, che tu sia un fan di Lupin o meno, è da vedere assolutamente.


CLASSIFICA ASSOLUTAMENTE PERSONALE

5-KILL LA KILL
Amore a prima vista. Questa 5^ posizione è stata amore a prima vista. Kill la Kill è una serie assolutamente fuori di testa, esagerata nelle intenzioni, sbroccata nell'umorismo, potentissima nei combattimenti, insomma, tutto quello che cerco in un'Anime della nuova leva di Gaina... Ah già, non è Gainax. Tutti quelli che hanno lavorato sul meraviglioso Gurren Lagann si distaccano dallo studio che ha visto i natali di Nadia ed Evangelion e fonda lo studio Trigger, e partono subito in quinta sfornando quello che è, a furor di popolo, una delle serie migliori degli ultimi anni che il Giappone abbia offerto al mondo. Kill la Kill è tutto, completamente, assolutamente bellissimitico, e tutti, ma tutti, dovrebbero guardarlo.
PERSONALE ANALE (Cit. Danthoriu) 


4-PANTY & STOCKING WITH GARTERBELT
FOTTUTAMENTE. FOLLE. Umorismo sbroccato, un'impostazione del design e degli episodi che rimanda al mitico cartone animato di Cartoon Network "Le Superchicche" accompagnati da scene di sesso (non esplicito ma c'è) e altre dannatamente, FOTTUTAMENTE divertenti, e due protagoniste una più folle e troia dell'altra. Questo è l'ultimo, vero capolavoro Gainax che non avrà mai un seguito purtroppo, dato che tutti quelli che hanno lavorato a questa Commedia Demenziale sono migrati nello Studio Trigger. E fa ancora più rabbia sapere che un CAPOLAVORO come Panty & Stocking non avrà un continuo. VAFFANCULO! Comunque sia guardatelo lo stesso se non lo avete ancora visto, Panty & Stocking with Garterbelt è semplicemente la cosa più divertente ed esilarante che abbia mai visto.


CLASSIFICA ASSOLUTAMENTE PERSONALE






3-KATANAGATARI

Una canzone d'amore cantata sottovoce che scalda il cuore. Il finale più struggente e più bello che abbia mai visto in questi ultimi anni, che riesce a competere per la densità di emozioni con Million Dolla Baby di Eastwood nel mio cuore. Katanagatari è stata un'esperienza incredibile, con guizzi di genio che solo un autore come NisiOisiN poteva sfoggiare. Personaggi meravigliosi, uno stile di disegno semplice e allo stesso tempo ricchissimo di dettagli nella costruzione delle ambientazioni e del vestiario dei personaggi, i due protagonisti, Shicika e Togame, e il loro bellissimo, coinvolgente rapporto, in un escalation di sentimenti dannatamente veri e umani. e come detto prima, un Finale che lascia dietro di sé una vera e propria valle di lacrime. Katanagatari è questo, e molto altro ancora, e spetta a voi entrare e vivere questa meravigliosa avventura.


CLASSIFICA ASSOLUTAMENTE PERSONALE

2-PUELLA MAGI MADOKA MAGICA

Il Watchmen delle Majokko per quel che mi riguarda. Se pensate di trovarvi di fronte al solito Maho Shojo partite col piede sbagliato. Puella Magi Madoka Magica è stata l'esperienza più destabilizzante che abbia mai visto. Qui le classiche maghette vengono estrapolate dal loro solito contesto per essere immerse in una nuova dimensione creepy che crea una commistione dal sapore indigesto assolutamente magistrale. Molti lo odiano per il Finale, ma detto sinceramente io l'ho apprezzato per la coerenza narrativa del personaggio di Madoka, tanto onnipotente a livello potenziale quanto effettivamente frignona. Kyuube è poi il miglior Deus Ex Machina degli ultimi anni, e in generale tutti i personaggi spiccano per un'ottima caratterizzazione. Stile Grafico al limite del folle e del sublime, in pratica un'Anime da vedere se non lo avete mai visto bollandolo per "merda per ragazzine".


CLASSIFICA ASSOLUTAMENTE PERSONALE

1-MONOGATARI SERIES

Probabilmente il miglior Anime degli ultimi anni. La serie di Monogatari è riuscita a settare un nuovo punto con cui le prossime produzioni dovranno cimentarsi. Personaggi caratterizzati alla perfezione, atmosfere uniche, e soprattutto un'instaurazione dei rapporti tra il protagonista, Koyomi Araragi, e con quello che è, a conti fatti, il suo Harem, in cui però spicca, come un palo ficcato in mezzo alla strada, Hitagi Senjougahara, unica vera Dea per il nostro mezzo vampiro, che darà le basi di quello che saranno Zenkichi e Medaka in Medaka-Box. La dimostrazione che NisiOisiN non è un'autore incompetente, ma uno scrittore che non solo riesce a giocare con situazioni e personaggi, ma con i lettori stessi, proponendo, in quelli che sono stilemi ormai triti e ritriti, e rinnovandoli con gusto e genialità nell'esasperazione, qualcosa di veramente nuovo. Monogatari è, in sintesi, perfetto in tutto.


Bene, questi sono stati gli Anime che mi sono piaciuti di più nel corso del 2014... Ehi, ma che cazzo succede?


BONUS-MAWARU PENGUINDRUM

Non potevo. Non potevo veramente non mettere Mawaru Penguindrum. Spiazzante sotto tutti i punti di vista, questo piccolo, grande Anime è riuscito a smuovere corde che in pochi sono riusciti a scuotere. In tutta sincerità, all'inizio della visione su Rai4 non ho potuto fare a meno che pensare dove volesse andare a parare questa storia così strana e a un primo impatto scialba, ma via via, capisci lo sviluppo psicologico dei vari characters, e i loro destini intrecciati alla perfezione, per poi sfociare in un Finale che lascia più o meno così

SOLO STANIS POTEVA RENDERE BENE IL MESSAGGIO

QUINDI, come Bonus Track in quanto, alla fine dei conti, ne ho finito la visione nel 2014, piazzo anche Mawaru Penguindrum, e spero vi abbia invogliato non solo a guardare quest'ultimo, ma anche tutti gli altri Anime che vi ho elencato sopra. Fatemi sapere come al solito quali sono stati i vostri Anime preferiti, sarò felice di discutere insieme a voi. Ci rivediamo al prossimo Post Popolo della Rete. CIAOCIAO

 P.S. per chi si sta chiedendo del perché a ogni posizione abbia scritto sempre CLASSIFICA ASSOLUTAMENTE PERSONALE, è che nel 2015, ci sono ancora i precisini della #FUNGIA che fanno sia i pignoli del cazzo sul fatto che queste uscite non sono del 2014, sia sul fatto che abbia inserito, STRANAMENTE, gli Anime che sono piaciuti a me. Perché si sa, in una classifica ASSOLUTAMENTE PERSONALE devi mettere quello che piace agli altri. Ma Ehi, IT'S INTERNET BITCH!




mercoledì 28 gennaio 2015

Top Manga #TOTALETOMBALE (Parte 3: Seinen)

Eccoci giunti Popolo della Rete (finalmente) alla penultima parte di questa Top Manga #TOTALETOMBALE, che andrà a riscrivere non solo i modi di fare classifiche, ma anche due o tre Leggi della Fisica. A parte le battute che non fanno ridere nemmeno i polli di Francesco Amadori, buttiamoci subito a capofitto in questa scalinata di 10 Posizioni su quelli che sono stati, ad oggi, i miei Seinen Preferiti! COMINCIAMO!!!



10-HELLSING, DI KOTA HIRANO
 
Uno dei pochi Manga ad avermi inquietato, e a tratti spaventato, per l'atmosfera carica di ansia perenne, paura e oscurità, è sicuramente Hellsing. Il Manga di Kota Hirano è sicuramente uno dei migliori, e dei pochi vorrei precisare, esponenti di Fumetto Horror (anche se Phantom Stalker Woman mi dicono sia molto, ma molto peggio) arrivati nel nostro Paese che incuta veramente terrore. Azione unita a momenti tremendamente crudi e a uno humor nero assolutamente dissacrante rendono questo Manga un gran divertimento da leggere e da vedere. Difetti enormi non ce ne sono, sarebbe sicuramente arrivato a posti più alti, se non ci fossero stati altri titoli che mi sono piaciuti di più.


9-BERSERK, DI KENTARO MIURA
 
Buio assoluto. Nessuna salvezza, nessun lieto fine. Solo un uomo, distrutto nel corpo e nell'animo, consumato da mille battaglie in cerca di Vendetta. Un mondo che non lascia trapelare alcuna luce, l'opprimenza di sadici tiranni, malati e corrotti, e di demoni assetati di sangue contribuiscono a dare all'Opera Magna di Kentaro Miura un senso di claustrofobia unico nel suo genere. Berserk è stata una delle letture più destabilizzanti della mia pre-adolescenza, l'immediata immersione nel marciume dell'universo di Gatsu e Grifis è spiazzante sotto tutti i punti di vista. La crudezza, la violenza inaudita che esplode nelle pagine di questo Manga lasciano presagire l'eterno accavallamento di disgrazie e traumi che i protagonisti saranno costretti ad affrontare. Col tempo è innegabile che tutte le tematiche approfondite da Miura siano passate in secondo piano in favore di un estro artistico assolutamente inecceppibile e perfetto. Gli ultimi numeri hanno lasciato fin troppo spazio a un fantasy medievale molto, TROPPO "Fiabesco", ma la sensazione che tutto si risolverà in una Tragedia di proporzioni bibliche è sempre presente, e Miura, in Berserk, è sempre stato bravo a distruggere le speranze dei suoi personaggi.


8-ZETMAN, DI MASAKATSU KATSURA

Zetman è sicuramente una delle storie più interessanti e più avvincenti che abbia letto in questi ultimi anni: Kamen Rider, Cyberpunk, Fantascienza, Supereroi Americani, sbudellamenti, sesso dannatamente esplicito e dannatamente marcio ritraggono manie e perversioni dei Giapponesi in quello che è a tutti gli effetti un manifesto di critica e di sublimazione del popolo con gli occhi a mandorla. Zetman è questo e tanto altro. C'è amore, il dolore della perdita, la scelta, pesante come un macigno, di fare la cosa giusta nonostante il mondo intero vada in direzione opposta, le varie vie ed ideologie della giustizia, e i percorsi che i nostri tre protagonisti, Jin, Koga e Konoha, dovranno percorrere verso una risoluzione non per forza felice. Tutto questo è accompagnato dal meraviglioso tratto di Katsura, che non si spreca nella cura maniacale di personaggi, paesaggi e design di Player ed Eroi. Veramente bello, peccato che esca un volume ogni morte di Papa.


7-SUN KEN ROCK, DI BOICHI
 
Se leggete Sun Ken Rock anche solo per poter godere dei meravigliosi disegni di Boichi, (autore di origini Coreane che i Giapponesi hanno avuto la brillante idea di portarselo a casa loro) bravi ragazzi. Sun Ken Rock è azione e fisicità all'ennesima potenza. Niente super poteri, niente cazzate, solo umorismo sbroccato, botte da orbi e disegni al limite della perfezione. Oltre a un lato grafico assolutamente magistrale, Boichi è anche un ottimo scrittore, e riesce a caratterizzare in maniera molto convincente situazioni, personaggi e atmosfera, concedendosi momenti di (appunto) umorismo dannatamente demenziale, ad altre situazioni molto drammatiche (tra cui varie critiche e denunce alla società del suo paese di origine) e crude, per sfociare poi nell'azione e nell'Erotismo più puro. Veramente veramente bello, ma anche qui, pubblicazione di un volume ad Canis Minchiam.


6-ROHAN AL LOUVRE, DI HIROHIKO ARAKI
 
Hirohiko Araki si avventura in un viaggio in uno dei Musei più importanti del mondo raccontandoci una storia di formazione, di crescita e di ricordi della sua re-incarnazione nel mondo de "Le Bizzarre Avventure di Jojo", Rohan Kishibe. L'autore unisce sapientemente un tratto Artistico maturo e sperimentale unendo con sapienza Oriente ed Occidente, sia nella narrazione che nel tratto, il tutto inserito in una storia Horror, da sempre genere prediletto di Araki Sensei. Rimandi alla mia serie preferita di Jojo, ovvero Diamond is Unbreakable, una storia avvincente che fa della tensione e della paura il suo punto forte, sperimentazioni dei colori abbinati in contesti specifici e un'atmosfera affascinante come può essere quella Parigina e del Louvre rendono questo Fumetto una grandiosa prova autoriale per uno dei migliori artisti che il Giappone ha da offrire in questi ultimi anni.


  
5-CAPITAN HARLOCK, DI LEIJI MATSUMOTO
 
Il pirata tutto nero, un moderno poeta maledetto che combatte per la Libertà, per la Terra, e mosso, e allo stesso tempo distrutto da un peccato di gioventù, dal quale non riesce a perdonarsi. Un simbolo, un emblema che è riuscito a superare anni, mode e ideologie. L'opera immortale di Leiji Matsumoto è sicuramente una delle più feroci critiche all'umanità, al suo modo di fare autodistruttivo e lassista, senza grandi ideali, senza spina dorsale. E mai come ora quelle parole sibilline piene di odio riecheggiano in quello che è un periodo di perdita completa di un qualsivoglia colore politico. Capitan Harlock è pregno di direzioni (Chiaramente socialiste) ideologiche che l'autore, nel lontano '77 ha voluto tracciare nei suoi scontri contro le Mazon a bordo della leggendaria Arcadia, e forse, forse, è stata l'opera più importante per la mia formazione Politica, forse più del Manifesto di Marx ed Hengels (sì, sono comunista). Che dire di più su questa Pietra Miliare del Fumetto Mondiale, se non che ci vorrebbe, ora più che mai, qualcuno come Capitan Harlock?
 
 
 
4-OPUS, DI SATOSHI KON
 
L'estro artistico e sperimentale di uno dei più grandi registi dell'animazione mondiale esplode in un turbinio di meta-narrazione, dimensioni oniriche e tutte le tematiche care al mai troppo compianto Satoshi Kon. Opus è uno dei migliori lavori cartacei che l'autore abbia prodotto, e descrivervi l'esperienza che si assapora leggendo, osservando, vivendo quello che è il continuo dialogo tra l'autore, il suo alter-ego e i personaggi che quest'ultimo ha creato nel suo Universo narrativo è qualcosa di meraviglioso. Lo sfondamento della 4^ parete, se non lo avete capito dalle parole precedenti, è la condizione base per poter addentrarsi in un mondo Onirico assolutamente meraviglioso. Per fortuna Opus ha un finale, benché un po' sbrigativo, ma comunque sempre di grande impatto, e non è segato, come il titolo che vi presenterò adesso...
 
 
 
3-SERAPHIM, DI MAMORU OSHII E SATOSHI KON
 
... Ovvero Seraphim (266613336 Wings). Due dei più grandi registi Giapponesi si cimentano nella creazione di un grande Fumetto d'autore, che però, vuoi il fatto che, essendo dei grandi maestri non andava a nessuno dei due di sottostare alle decisioni dell'altro (i dissidi tra grandi personaggi sono sempre all'ordine del giorno, come ci insegna la storia), vuoi che la rivista che li pubblicava gli ha segato la pubblicazione perché non vendeva niente, e Voilat!, ci ritroviamo con uno dei più bei Fumetti Post-Otomiani monco. E non ci sarà mai modo di poter vedere, o leggere, la conclusione alla meravigliosa Epopea di questo Mondo post-apocalittico, dove una malattia tanto bella quanto fatale affligge l'intera umanità. Nonostante tutto reputo Seraphim un'opera magnifica, pregna di Pathos, con personaggi, paesaggi e momenti assolutamente magistrali, come solo due grandi maestri come Mamoru Oshii (Lamù Beatiful Dreamer) e Satoshi Kon potevano concepire.
 
 
 
2-ONEPUNCH MAN, DI ONE E YUSUKE MURATA
 
Sommobuta lo ha descritto come il Miglior Manga degli ultimi 150 anni. Io ci vado un po' più piano e rilancio dicendo che Onepunch Man è Il miglior Fumetto di Super Eroi degli ultimi 30 anni. E lo ha fatto un Giapponese. Ho detto tutto. One, in quella che a primo impatto può sembrare la storia più scema del mondo, ha distrutto, disintegrato la figura dell'Eroe Giapponese e del Super Eroe Americano riplasmando il tutto in un moderno Watchmen dal sapore squisitamente comico-demenziale. Popolo della Rete, che posso dirvi di più se non di leggerlo, amarlo, e sbavare di fronte ai disegni semplicemente magnifici di Yusuke Murata, che qui si supera creando vere e proprie sequenze cinematografiche su carta. E', in sintesi, un Fumetto che esplode e decostruisce tutto quello che è inerente allo Shonen, Seinen e molto altro.
 
 
 
1-AKIRA, DI KATSUHIRO OTOMO
 
Forse era anche fin troppo prevedibile cosa ci sarebbe stato al primo posto di questa Top. Ebbene, finalmente, dopo anni e anni, sono riuscito a leggere Akira. E dopo la lettura mi sono martellato le palle per non averlo letto prima. Gente, non ho bisogno nemmeno di spiegarvi il perché di Akira al primo posto, dovrebbe essere scontato più di qualunque altra cosa ovvia esista in questo mondo. PUNTO.
 
 
 
 
Bene, e questa Top Seinen #TOTALETOMBALE si è conclusa. Lo so, ci sarebbero dovute essere almeno altre 5 presenze illustri, tipo almeno un'opera di un certo Naoki, o anche un Jiro buttato qua e là, ma non ho mai letto niente inerente a questi due autori. Quindi 'sti cazzi, beccatevi 'sti titoli, e fatemi sapere invece i vostri Seinen preferiti, sarò felice di discutere insieme a voi, e soprattutto condividete il post a motopompa per avere una vita sessuale appagante. Ci rivediamo con l'ultima parte della Top Manga, ovvero il famigerato Hentaiiihhh... MUAHAHAHAHAHAH!!! IL PERVERSIONE TIME DEFINITVO STA ARRIVANDO!!!


 










domenica 18 gennaio 2015

Scuse varie, cazzi col computer e altre amenità

Bentrovati Popolo della Rete. Qui il vostro Gianfro che per l'ennesima volta è qui per scusarsi con tutti voi per I vari cazzi che stanno succedendo. Allora, parliamo chiaramente: il mio PC è scassatissimo, si è rotta completamente la scocca, e la riparazione costa, quindi sto cercando, nel mentre di recuperare il denaro necessario a riparare il danno, di limitare l'uso del PC. Ecco il perché dopo la Top Fumetti non ho fatto uscire praticamente nulla. Onestamente non so che fare, in questo momento sto scrivendo il post dal mio nuovo telefono, e per quanto buono sia, mi trovo veramente male a scrivere, e soprattutto a caricare immagini, spostarle e ottimizzare il tutto (Google potrebbe migliorarla quella cazzo di app per Blogger). Quindi abbiate pazienza, che appena la situazione migliora si ritorna finalmebte alla carica. State tonnati, e CIAOCIAO.

martedì 6 gennaio 2015

Top Fumetti 2014

Ben trovati al Bizzarro Blog di Gianfro, Popolo della Rete. Eccoci invece nella Top Fumetti, che andrà a raccogliere i Comics "Amerigani" e i Fumetti Italiani. Bene, non perdiamoci ulteriormente in chiacchiere e iniziamo!


5-BATMAN, DI SCOTT SNYDER E GREG CAPULLO

Ebbene sì, Batman. NANANANANANANA BATMAN!!! La Run di Scott Snyder e Greg Capullo è freschissima da leggere, non ha fronzoli inutili, insomma va dritto al punto, e narrativamente e graficamente parlando è veramente ottima. Dov'è che inciampa allora questa Serie? Sui finali. Non si sa il perché, ma Snyder sul finale fa precipitare tutto in un turbinio di Cliché che mal si sposa al ritmo serrato e all'atmosfera dannatamente "Creepy" dei numeri precedenti alla conclusione di una saga. E le stronzate concettuali in fondo alla struttura della Trama non aiutano, perché Batman, il più grande detective del mondo, non riesce a scovare un'associazione/setta criminale insita a Gotham. In ogni caso ha superato le mie pessime aspettative covate in questi anni di "Sentito dire" da parte di altri "esperti". In poche parole poteva essere peggio, e invece è nonostante tutto un buon Fumetto.


4-YAMAZAKI 18 YEARS OLD VOL.1, DI SCHITI, SIMEONI, MESSINA, CAJELLI, PETRUCCIOLI, BERTELE'

E' stato come un fulimne a ciel sereno questo nuovo, Italianissimo progetto Fumettistico. Gentlemen Kaiju Club nasce dalle menti di tre dei nostri migliori disegnatori presenti attivamente in America, Valerio Schiti (ve ne ho già parlato l'anno scorso con i Guardiani della Galassia) Emanuel Simeoni (disegnatore DC su Talon) e David Messina (ha lavorato su Ultimate Spiderman, Wolverine e gli X-Men, Ultimate Wolverine e ha lanciato tantissimi progetti della IDW, con cui lavora ancora adesso). Il volume che ho comprato a Lucca, questo Yamazaki 18 Years Old, presentava tre storie auto-conclusive (incredibile come la narrazione sia così ben articolata nonostante la mancanza di dialoghi all'interno delle vicende) e un bel po' di Arwork di questi mitici artisti. Il progetto è dannatamente interessante e divertente, e pensare che sia Italiano mi ha riempito anche un po' di orgoglio. Supportatelo, perché se il Feedback è positivo, avremo sempre più bella roba di questo incredibile connubio.



3-PK POTERE E POTENZA, DI ARTIBANI, PASTROVICCHIO E MONTEDURO

Il ritorno, acclamato a gran voce da tutti noi ventenni e trentenni che sono cresciuti con il giustiziere mascherato, è stato forse l'evento più atteso di quest'anno ormai passato. PK Potere e Potenza è stato un ritorno al passato, a quelle meravigliose, Nuove Avventure di Paperinik, in lotta contro entità Aliene, esseri Cibernetici, Vampiri spaziali, Pirati del tempo, e di un'irriducibile reporter rompiscatole e cialtrone. PK è stato, insieme a W.I.T.C.H, a Monster Allergy, a X-Mickey, a PP8, un grandissimo esperimento di svecchiamento del fumetto Disney Italico. Esperimento riuscitissimo ma svanito in un'attimo per via di un mancato supporto dei Fan. Ed è un peccato, data la potenza mediatica e artistica che possiede, non aver valorizzato al massimo questo grandioso progetto editoriale.


2-SANDMAN OVERTURE, DI NEAL GAIMAN E S.H. WILLIAMS III

Onirico. Immaginifico. Iconografico. Sandman Overture è un'altro attesissimo ritorno di uno dei migliori scrittori contemporanei sulla creatura che lo ha lanciato nell'Olimpo della Letteratura moderna, Sogno degli Eterni. Overture apre, proprio come in una sinfonia, al grandioso Romanzo Grafico di Gaiman non stravolgendo, ma unendo, tutto il percorso di maturazione stilistica e artistica dello scrittore Inglese, Ogni Tavola è da premio Eisner, ogni vignetta è magnifica nella sua unicità, le Splash Page esplodono in un oceano di Psichedelia e magnificenza artistica, complice il meraviglioso lavoro di Williams III. Sandman Overture è un vero e proprio viaggio nel Mistico, nell'Oltre Dimensione, un puro Trip Narrativo che vi lascerà col cuore in gola.



1-unastoria, DI GIPI

Non ho intenzione, né ho il diritto, per poter parlare di quella che è stata la lettura più affascinante dell'anno scorso. Maledetto me per non averlo comprato nel 2013, altrimenti non ci sarebbe stata partita. unastoria è magnifico. Non c'è bisogno di dire altro. E chi non lo apprezza, non ha cuore, né anima. La più grande prova d'autore per il nostro Italianissimo Gianni Pacinotti, che come un demiurgo crea, distrugge e rimescola la sua vita intrecciandola con eventi passati e immaginifici, coadiuvato da un lavoro ad acquerello poetico, Impressionista, onirico, e ci dona quello che sarà il suo punto massimo, il suo traguardo. Tanti altri personaggi di Youtube hanno parlato di questo meraviglioso Romanzo, come per esempio 88Ferro, e lo hanno saputo descrivere meglio del sottoscritto, quindi riutilizzare le loro stesse parole sarebbe pleonastico e inutile. unastoria, il miglior Fumetto letto in questo 2014.



E anche questa Top Fumetti si è conclusa, fatemi sapere quali sono stati i vostri fumetti preferiti di questo 2014, sarò più che lieto di discuterne con voi. Al prossimo post, che si spera arrivi con una cadenza per lo meno decente. CIAOCIAO



lunedì 5 gennaio 2015

Top Manga 2014

Ben ritrovati Popolo della Rete, a quella che è diventata ormai una tradizione (per modo di dire, ho aperto il Blog da poco più di un anno), ovvero la consueta Top di fine anno! Il 2014 è ormai passato da un po', e ha visto nel suo corso uscite sì interessanti, ma dannatamente poche. Davvero, quest'anno è stato davvero davvero povero in quanto ad uscite, ed ecco il perché non ci sarà la classica Top 10, ma una misera Top 5, sia sul frangente Nipponico, sia su quello Occidentale. Ecco quindi la Top 5 Manga 2014. Così, senza entusiasmo alcuno.


5-ALL YOU NEED IS KILL, DI RYOSUKE TAKEUCHI E TAKESHI OBATA

Al 5° posto troviamo quella che è stata una delle sorprese di questo 2014. All You Need Is Kill ripropone attraverso una narrazione più serrata il già ottimo Romanzo di Fantascienza di Hiroshi Sakurazaka, dal quale è stato tratto anche un Film Americano (Edge of Tomorrow con Tom Cruise). Il Manga pecca di uno sviluppo frettoloso dei vari personaggi, parecchi per una serie di due volumi, e una mancata profondità di eventi, del tutto assenti invece nell'opera originale. D'altro canto invece l'impostazione delle tavole e i disegni, affidati a un Takeshi Obata praticamente rinato dopo il pastrocchio commerciale/pubblicitario di Shueisha noto come "Bakuman". Le scene d'azione sono rese magnificamente, il tratto è ritornato ad essere pulitissimo, morbido e tremendamente accurato nei benché minimi dettagli di armi, armature e paesaggi. L'opera tutto sommato si lascia leggere con calma e chiarezza, e il conflitto finale nel secondo numero è ottimamente realizzato. Fosse stato sviluppato in più numeri sarebbe stato un grande Manga. Se avete apprezzato il Romanzo e amate lo stile di Obata, è da prendere a mani basse.


4-AKAME GA KILL, DI TAKAHIRO E TETUSYA TASHIRO

Arriviamo dunque all'altra sorpresa Manga di quest'anno ormai passato. Akame ga Kill è un pugno allo stomaco del lettore, con momenti di crudezza e violenza quasi inauditi. Il filone che ha lanciato L'Attacco dei Giganti sta facendo veramente bene, e spero, con tutto il cuore, di poter leggere spesso opere come questo Manga, in cui Imperi tiranni, ingiusti e malati seminano distruzione e caos, dove i protagonisti, come i nemici, sono sempre appesi sul filo del rasosio, e dove la morte è l'unica certezza. Lo stile di disegno è molto carino, e crea un senso di raccapriccio e di "mal di stomaco" con le scene di Gore puro. Quindi, trama e personaggi ben personalizzati, stile di disegno valido, peccato che qui in Italia non lo abbia portato nessuno.


3-THE SEVEN DEADLY SINS, DI NAKABA SUZUKI

E' tornato Dragon Dai. Anzi no, Dopo The Seven Deadly Sins, tutti gli altri cloni di Dragon Ball sono fuffa. Perché QUESTO MANGA è il vero erede di Dragon Ball. In tutti i frangenti. Una lettura così piacevole e fresca, con combattimenti fighi, situazioni comico/demenziali e gag erotiche varie non la trovavo da tanto, troppo tempo. Il Manga di Nakaba Suzuki è riuscito in pochissimo tempo a diventare un gioiellino, e riesce difficile non riuscirsi ad appassionare alle vicende di Meliodas ed Elizabeth, veri e propri successori di Goku e Bulma. Uno Shonen stra-consigliatissimo e stra-divertente.


2-SHAMAN KING FLOWERS, DI HIROYUKI TAKEI

E' stato un vero e proprio colpo di fulmine. Mai un Manga mi aveva fatto innamorare dal primo numero, nemmeno Medaka Box. Shaman King Flowers ha saputo far breccia nel mio cuore come solo il suo predecessore vi era riuscito. Takei si è dimostrato per la seconda volta un grandioso scrittore e caratterista, delinando con il suo irresistibile tratto tutti i personaggi, vecchi e nuovi, di quest'Opera. L'atmosfera che si respira è di nuovo quella incredibilmente conviviale del primo capitolo, e il senso di nostalgia che si percepisce passando di tavola in tavola è qualcosa di incredibile. Hana, il figlio di Yoh e Anna, è completmente diverso da suo padre: insofferente, strafottente, caciarone e sgraziato, in collera col mondo intero per essere nato  in un'epoca vuota e priva di curiosità per uno Sciamano del suo rango. O forse no? A voi scoprire lo svilupparsi delle vicende del nostro nuovo protagonista, in quello che sarebbe di sicuro stato il mio Manga preferito di questo 2014, se non fosse avvenuto un piccolo avvenimento: la chiusura della rivista su cui veniva pubblicato. E quindi Shaman King Flowers, per il momento, è stato castrato. PUTTANA VACCA!



1-SOIL, DI ATSUSHI KANEKO

Benvenuti a Twin Peaks! Anzi, a Soil! L'estro artistico e tremendamente sperimentale di Atsushi Kaneko esplode in quello che è stato il miglior Manga letto in questo 2014. L'autore riesce a creare un gigantesco Meltin' Pot in cui butta al suo interno Commedia, Trhiller, un pizzico di Horror, Poliziesco a manetta e Sovrannaturale. Dire di essersi trovato davanti al Twin Peaks Orientale è solo motivo di vanto, per questo grande Manga. Straconsigliatissimo. Una punta di amarezza per il solo fatto che ci sono voluti ben 10 anni per poterlo vedere pubblicato qui in Italia.



Bene, questa era la Top 5 dei migliori Manga letti nel 2014. Fatemi sapere quali sono state invece le vostre letture Orientali più belle, sarò felice di discuterne con voi. Ci vediamo al prossimo post. CIAOCIAOC